Area Utenti

Prodotti Tipici

Tipologia di prodotto: tradizionale. Categoria: formaggi. Descrizione della materia prima: tipicamente ottenuto con latte di vacca. Come ben evidenzia il suo nome, l’origine della parola caciocavallo è legata all’abitudine di appendere le forme di formaggio, in coppia, a cavallo di pertiche di legno. Pochi sanno che fu Ippocrate, addirittura nel 500 a.C., il primo a illustrare la tecnica usata dai greci nella preparazione del cacio mentre Plinio esaltò le qualità del “butirro”, che è considerato l’antenato del...
sotto sale, aceto, olio Tipologia di prodotto: tradizionale. Categoria: vegetali allo stato naturale o trasformati. Descrizione della materia prima: il cappero è una pianta perenne che cresce spontaneamente sulle rupi e sui muri di vecchie case, nelle zone bagnate dal mare Mediterraneo, con foglie lucide e carnose e fiori bianchi con grandi petali. Il frutto è composto da una bacca, che ospita al suo interno molti semi neri. La parte utile dal punto di vista culinario sono i boccioli dei fiori non ancora schiusi, detti capperi, che sono...
Tipologia di prodotto: tradizionale. Categoria: vegetali allo stato naturale o trasformati. Descrizione della materia prima: il carciofo è un ortaggio le cui proprietà medicinali sono conosciute da tempo antichissimo, dal fusto eretto da cui, nella prima raccolta si ottengono una decina di carciofi per pianta e che in seguito rigenera producendo un certo numero di carciofi più piccoli e teneri (carciofina). Uso: antipasto o per preparazione di pietanze. Preparazione: dai carciofini si elimina il gambo e la parte più esterna delle brattee,...
Specificità: Ricetta tipica di tutto il Salento che si ritrova, per esempio, nelle “mattre” o “Tavole di San Giuseppe” in occasione delle tavolate imbandite per devozione per la festa del Santo. I “ciciri e tria” sono ceci e tagliatelle. La pasta è anche chiamata “massa” con riferimento all’impasto di farina di grano di semola di grano duro impastata con acqua, dalla quale poi si tagliano le strisce strette e lunghe. Si cucina in grandi quantità e viene tenuta al caldo nei «limmi...
Specificità: Ricetta tipica di tutto il Salento che si ritrova, per esempio, nelle “mattre” o “Tavole di San Giuseppe” in occasione delle tavolate imbandite per devozione per la festa del Santo. I “ciciri e tria” sono ceci e tagliatelle. La pasta è anche chiamata “massa” con riferimento all’impasto di farina di grano di semola di grano duro impastata con acqua, dalla quale poi si tagliano le strisce strette e lunghe. Si cucina in grandi quantità e viene tenuta al caldo nei «limmi...
Tipologia di prodotto: tradizionale. Categoria: vegetali allo stato naturale o trasformati. Descrizione della materia prima: il cotogno produce frutti di forma rotondeggiante, la cui caratteristica fondamentale è che si possono consumare solo dopo una buona cottura, perché la polpa è astringente. Hanno un profumo intenso e piacevole, tanto che fino a metà ‘900 si usavano mettere nei cassetti per profumare la biancheria. Uso: composta solida di mele cotogne tagliata a pezzetti da consumare come dolce, dessert o ripieno per dolci....
Tipologia di prodotto: tradizionale. Categoria: vegetali allo stato naturale o trasformati. Descrizione della materia prima: il fico produce un frutto dolcissimo di dimensioni variabili e colore dal giallo al verde al nero. I frutti maturano in primavera-estate ed in autunno; i primi sono più grossi, ma i secondi sono più dolci e vengono preferiti per l’essiccazione. Uso: frutta secca da consumare come dolce, dessert o ripieno per dolci. Preparazione: tagliare in due i fichi interi e ben maturi, nel senso della lunghezza senza separare...
Tipologia di prodotto: tradizionale. Categoria: formaggi freschi. Descrizione della materia prima: nel Mezzogiorno la tradizione dei formaggi molli a pasta filata risale addirittura alla Magna Grecia. Pare siano stati i coloni greci a portare qui questo prodotto, che all’epoca era consigliato a malati e adolescenti, con una lavorazione che gli storici fanno risalire addirittura al V secolo avanti Cristo. Uso: analogo a quello della mozzarella con la differenza che, per la pizza o i ripieni, contenendo più lattonzolo deve essere tagliata...
Tipologia di prodotto: tradizionale. Categoria: prodotto da forno. Descrizione della materia prima: ciambelle di pane per lunga conservazione, biscottato dal coloro crema (frise di grano) fino al marroncino chiaro (frise di orzo), ma possono essere anche di grano tenero, hanno forma di dischi dello spessore di 2-4 cm e diametro di 8 – 15 cm. Uso: preparazione piatti tipici locali e accompagnamento del pasto. Preparazione: si setaccia la farina sulla spianatoia facendo la fontana. Si versano al centro il sale e il lievito sciolto in acqua...
Tipologia di prodotto: tradizionale. Categoria: formaggi freschi. Descrizione della materia prima: prodotto con latte vaccino, pecora, capra o ovino. Ha forma cilindrica ofusiforme, tipica della fascera di giunco in cui viene avvolta la pasta. Al gusto si presenta con un sapore delicato, dal profumo di latte, con una pasta molto fragile e ancora ricca di siero. Uso: formaggio fresco da tavola da accompagnare con verdure e insalate o come dessert. Preparazione: scaldare il latte alla temperatura di 35 gradi, salare e aggiungere il caglio....